Un inno ad Iside da un papiro del III-IV secolo (Nag-Hammadi, Egitto)

Ricostruzione grafica di una "theofania" di Aset (Iside)

Ricostruzione grafica di una “theofania” di Aset (Iside)

Perché io sono la prima e l’ ultima
Io sono la venerata e la disprezzata,
Io sono la prostituta e la santa,
Io sono la sposa e la vergine,
Io sono la madre e la figlia,
Io sono le braccia di mia madre,
Io sono la sterile, eppure sono numerosi i miei figli,
Io sono la donna sposata e la nubile,
Io sono Colei che dà alla luce e Colei che non ha mai partorito,
Io sono la consolazione dei dolori del parto.
Io sono la sposa e lo sposo,
E fu il mio uomo che nutrì la mia fertilità,
Io sono la Madre di mio padre,
Io sono la sorella di mio marito,
Ed egli è il mio figliolo respinto.
Rispettatemi sempre,
Poiché io sono la Scandalosa e la Magnifica.

Advertisements

5 commenti su “Un inno ad Iside da un papiro del III-IV secolo (Nag-Hammadi, Egitto)

  1. valivi ha detto:

    che donna!!!!

  2. Francesco C.902508 ha detto:

    erano avanti allora… 🙂

  3. valivi ha detto:

    L’ha ribloggato su Acqua e limonee ha commentato:
    Una dea temibile, un fuoco di femminilità fuori da ogni controllo. Ave o Iside!!!

  4. Beatrice Gricinella ha detto:

    Bellissimo inno, Iside racchiude tutti gli aspetti del femminile una dea meravigliosa 🙂

  5. Marcella Nesset ha detto:

    Splendido e celeberrimo inno esoterico alla archetipo femminile!
    Complimenti per il bel blog, davvero interessante e originale, direi una piacevole sorpresa in un’epoca dominata quasi esclusivamente dall’elettronica e dalle scienze esatte.
    ciao!

σχόλια/adnotationes dei lettori

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...