Cinzia, il primo amore

Philppe Parrot, Elegia. Olio su tela,  148 x 106 cm, 1868. Bordeaux,  Musée des Beaux-Arts

Philppe Parrot, Elegia. Olio su tela, 148 x 106 cm, 1868. Bordeaux, Musée des Beaux-Arts

Sesto Properzio, Elegie I 1

Cynthia prima suis miserum me cepit ocellis,
contactum nullis ante Cupidinibus.
Tum mihi constantis deiecit lumina fastus
et caput impositis pressit Amor pedibus,
donec me docuit castas odisse puellas
improbus, et nullo vivere consilio.
et mihi iam toto furor hic non deficit anno,
cum tamen adversos cogor habere deos.
Milanion nullos fugiendo, Tulle, labores
sævitiam duræ contudit Iasidos.
Nam modo Partheniis amens errabat in antris,
ibat et hirsutas ille videre feras;
ille etiam Hylaei percussus vulnere rami
saucius Arcadiis rupibus ingemuit.
ergo velocem potuit domuisse puellam:
tantum in amore preces et bene facta valent.
In me tardus Amor non ullas cogitat artis,
nec meminit notas, ut prius, ire vias.
At vos, deductæ quibus est fallacia lunæ
et labor in magicis sacra piare focis,
en agedum dominæ mentem convertite nostræ,
et facite illa meo palleat ore magis!
tunc ego crediderim vobis et sidera et amnis
posse Cytæines ducere carminibus.
Et vos, qui sero lapsum revocatis, amici,
quærite non sani pectoris auxilia.
fortiter et ferrum sævos patiemur et ignis,
sit modo libertas quæ velit ira loqui.
Ferte per extremas gentis et ferte per undas,
qua non ulla meum femina norit iter:
vos remanete, quibus facili deus annuit aure,
sitis et in tuto semper amore pares.
in me nostra Venus noctes exercet amaras,
et nullo vacuus tempore defit Amor.
hoc, moneo, vitate malum: sua quemque moretur
cura, neque assueto mutet amore locum.
quod si quis monitis tardas adverterit auris,
heu referet quanto verba dolore mea!

Cinzia, prima catturò me, sventurato, con i suoi dolci occhi,
non toccato prima da alcuna passione.
Allora amore mi fece abbassare gli occhi di consueta superbia
e mi calcò il capo, premendovi sopra i piedi
finché m’insegnò, crudele (qual è), a detestare le fanciulle perbene
e a condurre una vita senza senno.
E già da un anno intero questa follia non m’abbandona,
mentre sono costretto ad avere gli dèi avversi.
Milanione, accettando ogni prova, o Tullo
piegò la crudeltà dell’insensibile figlia di Iaso.
Infatti, ora si aggirava fuori di sé per le grotte del Partenio
e andava a scovare le fiere irsute;
quello, colpito anche da un colpo di clava di Ileo,
ferito, gridò il suo dolore sulle rupi d’Arcadia.
Così poté domare la rapida fanciulla:
tanto in amore valgono le preghiere e le buone azioni.
Nel mio caso, invece, l’Amore pigro non riesce ad escogitare espedienti,
e non si ricorda di percorrere, come prima, le vie note.
Ma voi, che fate credere di tirar giù la luna,
e vi affannate a compiere riti propiziatori su magici fuochi,
suvvia, dunque, della mia signora mutate il sentimento,
e fate che il suo viso divenga più pallido del mio.
Allora sì che potrei credere a voi (quando dite) che siete capaci di condurre
gli astri e i fiumi con incantesimi della donna di Cytæ.
E voi amici, che tardi cercate di richiamare indietro il caduto,
trovate rimedi per il mio cuore malato.
Sopporterò con forza il bisturi e le crudeli cauterizzazioni,
purché io abbia la libertà di dire ciò che l’ira vuole.
Portatemi fra genti e mari remoti,
dove nessuna donna conosca il mio cammino:
voi, a cui il dio annuì con orecchio benevolo, restate
e siate sempre concordi in amore tranquillo.
Quanto a me, la mia Venere agita le notti amare,
e neppure un momento Amore resta inattivo.
Vi ammonisco, evitate questo male: ciascuno resti fedele
al suo amore, e non si separi dall’amore consueto.
Che se qualcuno presterà troppo tardi attenzione ai miei ammonimenti,
ahimé, con quanto dolore ricorderà le mie parole!

Advertisements

σχόλια/adnotationes dei lettori

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...