Archivi del mese: gennaio 2013

Quem metuunt oderunt; quem quisque odit, perisse expetit

Male enim se res habet, cum quod virtute effici debet, id temptatur pecunia. Sed quoniam non numquam hoc subsidium necessarium est, quemadmodum sit utendum eo dicemus, si prius iis de rebus, quæ virtuti propriores sunt, dixerimus. Atque etiam subiciunt se … Continua a leggere

Pubblicato in Antica Roma | Lascia un commento

L’importanza del denaro…

Scilicet minus beate vivebat dictator noster qui Samnitium legatos audit cum vilissimum cibum in foco ipse manu sua versaret — illa qua iam sæpe hostem percusserat laureamque in Capitolini Iouis gremio reposuerat — quam Apicius nostra memoria vixit, qui in … Continua a leggere

Pubblicato in Antica Roma | Lascia un commento

In uno Stato prosternato c’è [sempre] occasione di manifestarsi per l’uomo saggio

Numquid potes invenire urbem miseriorem quam Atheniensium fuit, cum illam triginta tyranni divellerent? Mille trecentos cives, optimum quemque, occiderant, nec finem ideo faciebant, sed irritabat se ipsa sævitia. In qua civitate erat Areos pagos, religiosissimum iudicium, in qua senatus populusque … Continua a leggere

Pubblicato in Antica Roma | Lascia un commento

Quando aver la pancia… era uno status symbol

Diodoro Siculo, in Bibliotheca V. 40, 3 dice che gli Etruschi «abitano una regione che produce di tutto e, impegnandosi nel lavoro, hanno frutti con cui possono non solo nutrirsi a sufficienza, ma anche concedersi una vita di piaceri e … Continua a leggere

Pubblicato in Etruscologia e antichità italiche | Lascia un commento

Sol Indiges: un antico culto italico

di V. Sorci, Arianna Editrice (25/03/2009).   «Per questo anche noi chiamiamo Giano “padre”, venerando con questo nome il Sole». Così si esprime Macrobio, per bocca del pontifex Solis Vettio Agorio Pretestato, nei suoi Saturnalia, opera di vasto sapere e … Continua a leggere

Pubblicato in Antica Roma | Contrassegnato , , , , , , , , , | Lascia un commento